/ 23rd ottobre, 2021 / News /

Sono moltissime le leggende e i racconti popolari che riguardano le Sette Perle.

E, tra questi, c’è quello delle donne volanti di Alicudi.

Proprio così. C’è stato un tempo in cui la selvaggia Alicudi veniva considerata un’isola magica, lo scenario paradisiaco di avvenimenti che superavano il limite della normalità e lasciavano di stucco chiunque ne udisse i racconti.

Quello delle donne con le ali affonda le radici agli inizi del Novecento, quando gli abitanti dell’isola vivevano prevalentemente di pesca e agricoltura. Piantavano ulivi, coltivavano uva, ortaggi e segale, ricavando da queste ultime la farina per preparare il pane.

Si racconta che in quel clima di quiete e genuinità, gli isolani vedessero le donne volare e trasformarsi in corvi una volta spiegate le ali.

Una visione affascinante e inquietante al tempo stesso, alla quale per molto tempo nessuno è riuscito a dare una spiegazione.

In realtà, gli abitanti dell’isola erano vittime di allucinazioni provocate proprio dal pane che quotidianamente portavano in tavola. La colpa era delle segale, o meglio, delle piante di segale cornuta su cui proliferava il fungo Claviceps purpurea, un parassita che causa allucinazioni.

Ecco spiegata quindi l’origine delle donne volanti di Alicudi!

Ti piacerebbe ascoltare altri curiosi racconti eoliani?

Alle Sette Perle le leggende vengono tramandate ancora di generazione in generazione, e i luoghi in cui si districano i loro protagonisti suscitano grande fascino in chi sceglie di visitarli.

Vorresti farci un salto?

Prenota il tuo soggiorno all’Hotel Pinnata Lipari, ti aspettiamo!

  •  
  •  
  •